Programma modificato
a causa
del Covid

Mahler Revisited
Il primo festival dedicato
al suono originale di Mahler

11.–13.9.2020 DOBBIACO/ALTO ADIGE [ I ]

Direttore artistico: Philipp von Steinaecker
IL PRIMO FESTIVAL
DEDICATO AL SUONO
ORIGINALE DI MAHLER
11.-13.09.2020

Qual era il suono di Vienna all’inizio del ‘900? In che modo veniva interpretata la musica di Gustav Mahler all’epoca e come reagiva il compositore di fronte al vertiginoso baratro nel quale di lì a poco sarebbe precipitata l’Europa?

La nuova Grandhôtel Orchestra Toblach e il direttore Philipp von Steinaecker si esibiscono su strumenti originali di inizio Novecento. Insieme fanno rivivere la musica e lo spirito fin du siècle e presentono “Mahler Revisited”, il primo festival dedicato al suono originale di Mahler.

Le sinfonie di Mahler oggi fanno parte della nostra identità europea. Ma conosciamo questa musica veramente? Sappiamo come veniva realizzata all’epoca o, addirittura, come il compositore la sentiva nella sua testa?
Philipp von Steinaecker

Dobbiaco

A Dobbiaco, in quell’idilliaco paese contornato da maestose vette, fitti boschi e laghi alpini, Gustav Mahler compose nelle estati tra il 1908 al 1910 le sue ultime monumentali sinfonie. In questo luogo carico di storia, situato nel mezzo delle Dolomiti altoatesine, la Grandhôtel Orchestra Toblach iniziare una nuova, inedita ricerca artistica. Insieme ad esperti di varie discipline la Grandhôtel Orchestra Toblach punterà i riflettori sulla musica di Mahler e offrirà al pubblico l’opportunità di ascoltare le sue sinfonie sotto una nuova luce. L’orchestra prende nome dallo storico Grand Hotel di Dobbiaco, dove avrà la residenza. L’albergo è stato costruito nel 1877 e sin dall’inaugurazione ha attirato tanti personaggi illustri e monarchi europei. Oggi questa affascinante struttura ospita uno dei maggiori centri culturali del territorio.

Mahler Revisited 2020

La prima della Grandhôtel Orchestra Toblach, che fa rivevere la musica di Mahler su strumenti originali, ha dovuto essere rinviata al 2021 a causa del Covid-19. Tuttavia, alcuni dei musicisti e degli studenti del Grandhôtel Orchestra saranno già a Dobbiaco dal 7 al 13 settembre 2020. Insieme allo musicologo Clive Brown e suonando su strumenti originali, i musicisti intraprenderanno un viaggio stilistico a ritroso nel tempo a Vienna intorno al 1900 e si confronteranno con i suoni e le convenzioni musicali del periodo. Nella loro ricerca dello Zeitgeist della monarchia austroungarica a cavallo tra i due secoli analizzano e suonano la musica da camera della generazione precedente a Mahler, dei suoi contemporanei e dei suoi diretti successori sotto aspetti completamente nuovi. Ci aspettano tre concerti molto speciali!

La Grandhôtel Orchestra Toblach

La Grandhôtel Orchestra Toblach è costituita da studenti di talento straordinario provenienti da tutta Europa e da membri delle orchestre più importanti delle città “mahleriane” quali Vienna, Praga, Budapest, Amburgo, Amsterdam, Lubiana e New York. Fanno parte della Concertgebouworkest, dei Wiener Symphoniker, della Budapest Festival Orchestra, della Staatskapelle Dresden, dell’Orchestra Sinfonica del Bayerischen Rundfunk, dei Münchner Philharmoniker, dell’Orchestra Filarmonica Slovena, della Prague Philharmonia, della Gürzenich Orchester, della Lucerne Festival Orchestra, della Mahler Chamber Orchestra, della Spira mirabilis, della Chamber Orchestra of Europe, della Camerata Salzburg, dell’Artemis Quartett, del Leipziger Streichquartett, dei Düsseldorfer Symphoniker, della Deutsche Oper Berlin, della West-Eastern-Divan Orchestra, dell’Accademia di Santa Cecilia, The Knights, della NDR Elbphilharmonie e di altre prestigiose orchestre. La Grandhôtel Orchestra Toblach sarà diretta da Philipp von Steinaecker.

A Dobbiaco, teatro di sanguinose battaglie durante il primo conflitto mondiale e quindi uno dei luoghi sismici nella storia europea, nasce un’orchestra pan-europea e multi-generazionale. Questi musicisti indagano insieme le intenzioni di Gustav Mahler e fanno un viaggio a ritroso nella storia della musica per trarne cognizioni e ispirazione per il presente.
Sigisbert Mutschlechner, Presidente della Fondazione

Strumenti Autentici

La Grandhôtel Orchestra Toblach viene sostenuta dalla Fondazione „Centro Culturale Euregio Gustav Mahler Dobbiaco Dolomiti”. La Fondazione ha creato appositamente una collezione di strumenti. Si tratta di un progetto unico che riunisce a Dobbiaco gli strumenti storici dell’Opera di Corte di Vienna durante la direzione di Gustav Mahler.
Per poter assistere i musicisti grazie ai più aggiornati risultati di ricerca sulla prassi esecutiva a Vienna nei decenni tra il 1890 e il 1910, la fondazione collabora con esperti di fama internazionale quali il Prof. Dr. Clive Brown e l’esperto mahleriano Prof. Dr. Federico Celestini, direttore dell’Istituto di Musicologia di Innsbruck.

I nostri parametri di bellezza e di forza comunicativa nell’esecuzione musicale sono in continuo divenire. A volte, lungo la strada, perdiamo di vista sonorità che rispetto alle attuali sono più fini e più appropriate a raggiungere il pensiero del compositore; in altre occasioni perdiamo contatto con prassi espressive non scritte, da cercare tra le righe addirittura in partiture dettagliate come quelle di Mahler. Riscoprire queste sonorità e queste prassi, e usarle in modo creativo, può conferire alla musica quella freschezza e quell'impatto emotivo che, attraverso sviluppi tecnologici e anacronistiche risposte alla notazione di Mahler, pensavamo di avere perso.
Clive Brown

Direttore artistico

Direttore e curatore della Grandhôtel Orchestra Toblach e del festival Mahler Revisted è Philipp von Steinaecker. Sia in qualità di primo direttore ospite dell’Orchestra Filarmonica Slovena e assistente di Claudio Abbado sia come violoncellista della Lucerne Festival Orchestra, vive con la musica di Gustav Mahler per gran parte della sua vita. Come assistente di Sir John Eliot Gardiner è appassionatamente impegnato nel campo della prassi esecutiva storicamente informata.
Philipp von Steinaecker era uno dei fondatori della Mahler Chamber Orchestra e direttore artistico dell’Accademia Mahler a Bolzano. Ha diretto orchestre come la Orchestra della Radio Svedese, Maggio Musicale Fiorentino, Gürzenich Orchester Cologne, Residentiee Orkest Den Haag, Mahler Chamber Orchestra, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Arena di Verona, Camerata Salzburg, Scottish Chamber Orchestra e Tokyo Metropolitan Orchestra.

Sostenitori Celebri

La Grandhôtel Orchestra Toblach e il Festival Mahler Rivisited raggruppano una rete di sostenitori celebri. Ne fa parte anche il direttore d’orchestra Daniel Harding, affascinato dal progetto:

Da anni che mi chiedo come suonassero i Wiener Philharmoniker del 1900. Era ora di portare il rigore della prassi esecutiva dell’epoca e la bellezza ed il carisma degli strumenti originali alla musica di Mahler. Un gruppo di musicisti fantastici e un progett estremamente affascinante. Dobbiaco può considerarsi molto fortunata!
Daniel Harding

Programma

Venerdì, 11.9.2020
20:00
Sala Gustav Mahler
La Gioventù di Mahler
F. Mendelssohn: Quartetto d’Archi op. 44 Nr. 2:
I. Allegro assai appassionato
J. Brahms: Quartetto d’Archi op. 52 Nr. 2: II. Andante moderato
J. S. Bach / F. David: Concerto Brandenburghese Nr. 4 BMV 1049
J. Brahms: Prima Serenata op. 11 (versione originale)
G. Mahler: Quartetto per Pianoforte
Sabato, 12.9.2020
18:00
Sala Gustav Mahler
Arnold Rosé e suo Quartetto
A. Schönberg: Notte Trasfigurata
J. Brahms: Quintetto per Clarinetto op. 115
Domenica 13.09.2020
11:00
Sala Gustav Mahler
Contemporaneo del Futuro
L. Janàček: Quartetto d'Archi Lettere Intime
F. Schreker: Il Vento
L. Janáček: Sestetto di Fiati Gioventù
A. Webern: Cinque movimenti per Quartetto d’Archi op.5


Musicisti della Grandhôtel Orchestra Toblach su strumenti originali

Biglietti

Chiediamo gentilmente una prenotazione per i concerti. Contattaci per ulteriori informazioni su prenotazioni e acquisto di biglietti.